Mission

Fondazione ANDI Salute – Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa” si occuperà di gestire, con le regole e gli obiettivi dettati dall’Associazione, la sanità integrativa negli studi dei liberi professionisti che lo vorranno.

Tutto nasce da una situazione dalla quale non si può prescindere: la dotazione del SSN sarà tagliata per 7 mld di euro nel prossimo triennio (1,8 mld già nel 2015) e queste prestazioni, comprese quelle legate al principio della inadeguatezza, diventeranno oggetto dell’offerta di assicurazioni e fondi sanitari integrativi o simili.

Ma cosa c’entra l’odontoiatria con questi tagli della sanità pubblica? Poco o niente ad una analisi superficiale, verrebbe da dire, ma il sistema sanitario è unico ed è fatto dalla somma di pubblico e di privato e se le risorse pubbliche sono condizionate dall’equilibrio della spesa pubblica, le risorse private lo sono dalla capacità di spesa delle famiglie che resta tuttora compressa e che comunque non vede più le spese sanitarie come prioritarie a differenza ad esempio di quelle per la comunicazione.

Per curarsi le famiglie dovranno caricarsi dei costi che non saranno più a carico del sistema pubblico ed il modo meno oneroso per affrontare questi cambiamenti è assicurarli o tramite le Compagnie di Assicurazione che non nascondono un rinnovato interesse sull’argomento, nella forma come nella sostanza, o tramite i FSI il cui sviluppo ed incremento è stato più volte sollecitato dai rappresentanti della politica.

Il conto è facile, nel momento in cui aumentano le risorse per la sanità intermediata automaticamente aumenta anche la quota parte per l’odontoiatria essendo la spesa per essa un obbligo per i FSI.

La Fondazione Andi Salute – FSI è nata per affrontare queste problematiche in maniera coerente per la propria comunità di riferimento, i Dentisti Soci Andi, e con le aspirazioni di coloro che hanno scelto la Libera Professione.